Controllore centrale d’impianto, conforme alla norma CEI 0-16.

STCE-SG CCI è una configurazione specifica della RTU modulare STCE-SG. Oltre alle funzioni sicure e avanzate di controllo, monitoraggio e automazione distribuita, STCE-SG CCI ha il vantaggio di essere un Controllore Centrale d'Impianto il cui ruolo soddisfa la delibera dell'Autorità di Regolazione Energia Reti e Ambiente, ARERA, in materia di impianti di generazione.

Il Controllore Centrale d'Impianto (CCI) è indispensabile per adempiere alla richiesta di adeguamento di Terna in linea con la delibera 540/2021/R/eel secondo cui è richiesto il monitoraggio in tempo reale  degli impianti di produzione connessi alla rete MT e con potenza maggiore o uguale a 1 MW. I prosumer sono obbligati ad installare il CCI, progettato secondo le specifiche tecniche della norma CEI 016 allegato O, permettendo la raccolta e lo scambio di dati tra Terna, gli operatori della distribuzione e l'impianto ai fini dell’esercizio in sicurezza del sistema elettrico nazionale.

Ma quali impianti, nuovi o esistenti, dovranno adeguarsi all’installazione del Controllore Centrale d’Impianto entro il termine fissato per il 31 gennaio 2024?

  • Impianti di produzione, nuovi ed esistenti, connessi alle rete MT di potenza nominale complessiva (produzione e accumulo) pari o superiore a 1 MW
  • Impianti di produzione, nuovi ed esistenti, connessi alla rete MT che partecipano ai servizi di dispacciamento, qualunque sia la loro potenza complessiva (produzione e accumulo)

STCE-SG CCI è un Controllore Centrale d'Impianto configurabile in modo da mantenere una linea di controllo costante e affidabile tra il punto di consegna dell’impianto e il TSO, svolgendo le funzioni di monitoraggio obbligatorie secondo la normativa, quali misure dirette sullo stato di andamento degli impianti, comunicandole al DSO su protocollo IEC 61850 (misure di potenza attiva e reattiva dell’impianto, misure di potenza attiva e produzione delle singole unità se maggiore di 175KW). Il CCI è in grado di svolgere anche funzioni di regolazione della potenza attiva e reattiva dell’impianto  al punto di consegna in modo autonomo o asservito (comando inviato dal DSO).

STCE-SG CCI rispetta i più alti standard di sicurezza. E' basato su un framework di sicurezza by-design ed è conforme ai protocolli IEC 62351 e IEC 62443.

Grazie alla sua modularità, l'apparato può essere utilizzato anche integrando elementi già esistenti in impianto come analizzatori di rete, dispositivi GPS, router. Inoltre può essere esteso in modo flessibile nel tempo con capacità e funzionalità aggiuntive rispetto alla richiesta base di Terna.

Alcune prestazioni di STCE-SG CCI, come le misure al punto di consegna, le misure aggregate per fonte e la verifica dello stato degli organi in campo vs la disponibilità alle regolazioni, sono già state sperimentate in campo con successo in diversi progetti sperimentali Europei come SmartNet (2016 - 2019) e FlexiGrid (2019 – in corso).

caratteristiche tecniche

  • MODULARITA' (6 DI,8 AI, 8 DO, GPS, LoRaWan)
  • INTERFACCIAMENTO LATO CENTRO: IEC 60870-5-104/IEC 62351 e IEC 61850
  • FUNZIONI RTU E MONITORAGGIO AVANZATO
  • INTERFACCIAMENTO LATO CAMPO (INVERTER, PLC, SENSORI, TELEPROTEZIONI) VIA MODBUS, I/O WIRED
  • FUNZIONI DI AUTOMAZIONE PLC
  • CONFIGURAZIONE E DIAGNOSTICA
  • ESECUZIONE DI AUTOMAZIONI LOCALI BASATE SU LOGICA PROGRAMMABILE IEC 61131
  • SECURITY BY-DESIGN E IOT-READY